ISTITUTO SAN GIUSEPPE

http://sangiuseppevigevano.eu/portal/ 


Albori dominicani a Vigevano 

S. Domenico Gusman, fondatore dell’Ordine dei Predicatori (approvato da Papa Onorio III nel 1216) , estende la sua predicazione a Vigevano negli anni 1218-1220.

Nei luoghi dove predicava fu eretta la chiesa di S. Pietro Martire più tardi completata con l’annesso convento (1363).

Le predicazioni furono poi continuate dal Beato Matteo Carreri le cui spoglie sono conservate nella stessa chiesa.

L’Istituto

L’Istituto è stato fondato il 3 ottobre 1881 da quattro suore domenicane con sede in un piccolo locale di via Griona concesso dal vescovo De Gaudenzi. Le suore provvedevano all’assistenza infermieristica a domicilio e alla catechesi (le suore erano Madre Pia Lavagna, Suor Imelda Nanni, Suor Giuseppina Doglia, Suor Domenica Spanotti).

Già nell’anno successivo fu aperto l’educandato con le prime sette alunne. La città contava 20.000 abitanti.

Nel decennio 1882-92 ne assunse la conduzione il Rettore del seminario don Carlo Panelli.

Nel 1893 ha inizio la scuola materna con circa 40 bambini. La prima maestra fu suor Maria Raffaella Minoretti sorella dell’allora arcivescovo di Genova che morirà a soli 33 anni nel 1901.

Si apre anche una scuola per la preparazione alla Scuola Normale con alunne da 5 a 15 anni (nel ventennio 1881.1901 furono 568). Nel 1884 si avvia anche un corso per insegnanti e nel decennio successivo 10 ragazze conseguono il diploma di maestra elementare. Le suore nel 1902 salirono a 12.

Nel 1904 la direzione della comunità diventa interna ed è prima direttrice suor Maria Caterina Vignola da Padova di soli 30 anni (era già in comunità dal 1895 e gestirà l’Istituto fino al 1946).

Anche la scuola si modernizza ed introduce subito l’insegnamento delle lingue straniere.

Accanto ad insegnanti esterne si affiancano suore laureate in diverse discipline.

L’Istituto cambia sede nel 1912 (entrando nella sede attuale) di via Deomini. La costruzione era del 1876 e l’acquisto fu facilitato da un prestito interno ottenuto dalle consorelle di Casale Monferrato (100.000 lire al 4% di interesse).

Durante la Prima Guerra Mondiale le suore prestano la loro opera nell’Ospedale provvisorio di Cassolnovo per la cura delle malattie contagiose. La stessa attività fu anche prestata in un Ospedale aperto a Gambolò.

Le suore diversificano la loro attività anche durante i mesi estivi nei quali assistono donne anziane e alunne nella villa Santarosa sul Lago d’Orta messa a disposizione dalla Curia di Vigevano. La stessa attività si estenderà poi ad altre località , presso Varallo, in Liguria, in Brianza.

Dal 1929 il Comune, a seguito dei Patti Lateranensi, inizia ad assegnare un sussidio annuo fisso di 3.000 lire.

Dal 1932 la Comunità invia suore in attività missionarie in Pakistan.

Il riconoscimento legale

E’ del 1937.

Durante la II Guerra Mondiale l’Istituto accoglie profughi pur nel contempo continuando le attività di insegnamento per le 50 alunne presenti.

Dopo il conflitto si iniziano i lavori di ampliamento e la costruzione di nuove aule. (aula di Scienza e fisica, palestra, gabinetto sanitario, salone, salone di ricreazione) e l’avvio delle diverse scuole: materna, elementare, media, magistero.

Negli anni più recenti l’Istituto si è evoluto estendendo anche ai maschi l’accesso alle scuole oltre le elementari e affidando a personale laico (presidenza, insegnanti, persone amministrativo) qualificato la gestione delle stesse con conseguente allargamento notevole del numero di alunni e alunne che frequentano l’Istituto.   


Comments